INCONTRO TRA LANGHE E VALTELLINA PER UN ELOGIO AL TARTUFO BIANCO D’ALBA.

PECCATO! NON CI SONO ALTRI TAVOLI DISPONIBILI.

Per il nostro evento di apertura della stagione del tartufo abbiamo già completato tutti i tavoli. Anche quest’anno grazie a tutti per la calorosa risposta.

Il tartufo bianco di Alba, sarà protagonista nei piatti del nostro ristorante “La Moia” in Albosaggia (Sondrio) grazie ad una cena di degustazione dall’alto valore gastronomico, dove i piatti tipici delle Langhe saranno poi completati direttamente al tavolo con la classica “tagliata” del tartufo bianco d’Alba.

Quest’anno saranno i vini del nostro territorio ad accompagnare tutti i piatti per un incontro tra Langhe e Valtellina.

Il nostro ristorante è stato uno dei primi in Valtellina a “tagliare” il tartufo bianco e grazie alla nostra esperienza, maturata in 40 anni di attività, ogni anno offriamo ai nostri clienti un menù prelibato, composto da piatti tipici che valorizzano al meglio questo impareggiabile elemento della nostra tradizione culinaria. Durante la serata sarà inoltre presente un esperto trifolao che saprà soddisfare qualsiasi curiosità e condividere con la nostra clientela la sua passione per il tartufo.

MENU DELLA SERATA

ENTREÈ

Trionfo di bosco autunnale e Tartufo Bianco d’Alba
accompagnato da bollicine del territorio

ANTIPASTO

Uovo cotto a bassa temperatura con passatina di topinambur, crema di formaggio e Tartufo Bianco d’Alba
accompagnato da Umo dell’Az.Agr.Boffalora

PRIMO

Gli immancabili Tagliolini con rosso d’uovo al burro d’alpeggio e Tartufo Bianco d’Alba
accompagnati da Umo dell’Az.Agr.Boffalora

SECONDI

Battuta al coltello di Fassona piemontese con maionese di nocciole, puntarelle e Tartufo Bianco d’Alba
oppure
Soufflè di formaggio con fonduta alla piemontese e Tartufo Bianco d’Alba
accompagnati da Pietrisco dell’Az.Agr.Boffalora

DESSERT

Pralinato alle mandorle caramellate, passata di mango, meringa spaccata e Tartufo Bianco d’Alba

Caffè’

PREZZO 120€

Per prenotazioni chiamateci al 0342 510662 o usate il modulo sottostante